Edil Impianti2 S.r.l. DEPURAZIONE ACQUE REFLUE - 0541 626370/626798 - fax 0541 626939 email: info@edilimpianti.it

Fitodepurazione

VERTICALE con Ricircolo
dimensionata con 3÷4 m²/A.E.
ORIZZONTALE
dimensionata con 4÷5 m²/A.E.

La Fitodepurazione Verticale con Ricircolo e Orizzontale è un processo naturale per depurare le acque reflue che sfrutta il principio di autodepurazione tipico degli ambienti acquatici. In questi biotipi gli inquinanti vengono naturalmente rimossi attraverso processi fisici, chimici e biologici tra i quali filtrazioni adsorbimento, assimilazione da parte degli organismi vegetali, degradazione batterica e antibiosi sono maggiormente efficaci.
I trattamenti di Fitodepurazione Verticale con Ricircolo e Orizzontale sono trattamenti biologici secondari, che necessitano di un trattamento primario di sedimentazione a monte come una Vasca Imhoff o Vasca Settica Bicamerale/Tricamerale, Degrassatore/Desaponatore, ma che possono anche essere utilizzati come stadio di affinamento a valle di un depuratore a Fanghi Attivi.
La Fitodepurazione Verticale con Ricircolo e Orizzontale è un sistema efficace per depurare le acque di scarico di: case isolate, agriturismi, ristoranti, campeggi, canili, attività produttive casearie, conserviere, vinicole.

Schemi e Immagini di impianti Fitodepurazione Verticale con Ricircolo e Orizzontale
Fitodepurazione Verticale con Ricircolo 1.jpg Fitodepurazione Verticale con Ricircolo 1.jpg Fitodepurazione Verticale con Ricircolo per abitazione1.JPG Fitodepurazione Verticale con Ricircolo per abitazione2.JPG Fitodepurazione Verticale con Ricircolo per abitazione3.JPG Fitodepurazione Verticale con Ricircolo per abitazione4.JPG
Schema Tecnico Fitodepurazione Verticale con Ricircolo.jpg Schema Tecnico Fitodepurazione Orizzontale.jpg Scavo per Fitodepurazione Orizzontale1.jpg Fitodepurazione Orizzontale 2.jpg Fitodepurazione Orizzontale 3.jpg Fitodepurazione Orizzontale 4.jpg
  • Per Fitodepurazione si intendono quei sistemi di depurazione che si basano sulla capacità degli organismi vegetali di assorbire i vari composti organici disciolti nelle acque, di concentrarli e riconvertirli in sostanza organica vivente (foglie fiori).
    In un sistema di Fitodepurazione le acque inquinate vengono a contatto in un primo momento con i batteri presenti all'interno del bacino, che scompongono la sostanza organica inquinante in molecole inorganiche più semplici: nitrati, fosfati, anidride carbonica, tali composti sono assorbiti dalle radici.
    Alla fine del processo l'acqua in uscita da un impianto di Fitodepurazione è priva delle sostanze inquinanti e potrà essere reinserita nell'ambiente o recuperata e riutilizzata.
    La Fitodepurazione è un impianto a basso consumo energetico e nello stesso tempo efficace contro l'inquinamento e la sicurezza per l'ambiente.
    Dagli anni 70 ad oggi gli impianti di Fitodepurazione sono sempre più numerosi per il trattamento delle acque reflue civili e industriali.
    I principali sistemi di Fitodepurazione sono: 
    • Fitodepurazione Verticale con Ricircolo;
    • Fitodepurazione Orizzontale.
  • Impianti di Fitodepurazione  Verticale
    Gli impianti a Flusso Verticale sono costituiti da bacini impermeabilizzati con manti plastici dimensionati per una superficie specifica di circa 3 ÷ 4 m²/A.E. riempiti di ghiaia e/o sabbie di granulometria  opportuna, in cui vengono messe a dimora le seguenti tipologie di piante: Abelia rupestris, Cistus, Cotoneaster franchetii/salicifolia, Eleagnus ebbingei, Evonimus, Gynerium, Hebe, Hypericum, Lavandola officinalis, Mahonia aquilfolium, Nandina domestica, Nerium oleander, Rosmarinum officinalis, Teucrium fruticans.
    Gli impianti di Fitodepurazione Verticale hanno il vantaggio di poter essere installati anche in superfici senza dislivello in quanto dotati di elettropompa di rilancio. Gli impianti di Fitodepurazione Verticale con sistema del ricircolo permettono di utilizzare minori superfici per Abitante Equivalente.
    Impianti di Fitodepurazione Orizzontale
    Gli impianti a Flusso Orizzontale sono costituiti da bacini impermeabilizzati con manti plastici dimensionati per una superficie specifica di circa 4 ÷ 5 m²/A.E. riempiti di ghiaia e/o sabbie di granulometria  opportuna, in cui vengono messe a dimora le seguenti tipologie di piante: 
    Glyceria maxima variegata, Hippuris vulgaris, Sagittaria sagittifolia, Iris pseudacorus, Nymphoides peltata, Saururus cernuus, Mentha aquatica, Menyanthes trifoliata, Bambu.
    Il refluo scorre in senso orizzontale grazie a una leggera pendenza del fondo del letto di circa 15 ÷ 20 cm sotto la superficie del medium di riempimento. I livelli idrici all’interno del bacino sono garantiti da un dispositivo di regolazione idraulica. 
    L’acqua contenuta nel Flusso non è esposta agli agenti atmosferici, e, dunque, nullo è il rischio della proliferazione degli insetti e delle zanzare. 

  • Fornitura di Impianto di Fitodepurazione Verticale per il trattamento delle acque reflue provenienti da pre-trattamenti (Degrassatore/Desaponatore-Vasca Imhoff) dimensionato con m2____  x A.E. con altezza interna bacino mt.____, larghezza in pianta mt._____ , lunghezza in pianta mt. _____ .
    L'impianto dovrà essere realizzato da personale specializzato che opera con sistema di qualità conforme alla UNI EN ISO 9001:2008 per la progettazione e produzione di vasche in cemento armato per il trattamento delle acque reflue e progettazione, fornitura ed installazione di impianti di fitodepurazione (settore EA: 16-28).
    L'Impianto di Fitodepurazione Verticale dovrà essere completo di: geomembrana in EPDM gomma sintetica altamente flessibile ed impermeabile, resistente ai raggi UV, peso specifico di 1.25 kg/mq e capacità di allungamento superiore al 300%. Pezzi speciali per collegamento a tenuta tubazione alimentazione/scarico bacino, protezione geomembrana inferiore e superiore realizzata in tessuto non tessuto geotessile di grammatura non inferiore a 300g/mq posato con adeguate sormonte.
    Sistema di drenaggio inferiore realizzato con tubazioni corrugate fessurate in polietilene neutro ad alta densità resistente all'ambiente chimicamente aggressivo. Rete di distribuzione sub-superficiale composta da tubazioni in HDPE a distanza calibrata protetti con tubazioni corrugate fessurate in polietilene neutro, raccordi e pezzi speciali, valvole a sfera di regolazione portate, pozzetti d'ispezione circolari.
    Vasca di carico reflui prefabbricata in c.a.v. monoblocco delle dimensioni di cm.____x_____xh____ e idoneo volume interno, allestita con: pozzetto di filtrazione con filtro Refill; elettropompa sommersa con girante arretrata (1+1 di riserva), tubazioni di mandata in pvc pn16, valvole di intercettazione e non ritorno a palla, catene in acciaio inox per l'estrazione. Sistema per lo scarico e/o ricircolo delle acque post-trattamento con possibilità di regolazione dei livelli all'interno del bacino. Fornitura di quadro elettrico di comando realizzato in cassa da esterno, con logica di funzionamento programmabile PLC e avvisatore ottico-acustico degli eventuali malfunzionamenti.
    Fornitura e posa di essenze vegetali autoctone adeguate alla posizione/esposizione del bacino e disposizioni EDIL IMPIANTI 2 S.r.l. Montaggio con personale specializzato collaudo idraulico dell' impianto. L'impianto dovrà essere corredato di certificato di conformità, scheda tecnica,  manuale di corretto uso e manutenzione.
    L'Impianto di fitodepurazione Verticale viene realizzato da EDIL IMPIANTI 2 S.r.l. che opera con sistema di qualità conforme UNI EN ISO 9001:2008 per la progettazione e produzione di vasche in cemento armato per il trattamento delle acque reflue e progettazione, fornitura ed installazione di impianti di fitodepurazione (settore EA: 16-28).


    Fornitura di Impianto di Fitodepurazione Orizzontale per il trattamento delle acque reflue provenienti da pre-trattamenti (Degrassatore/Desaponatore-Vasca Imhoff) dimensionato con m2 ____ x A.E. con altezza interna bacino mt.____, larghezza in pianta mt._____, lunghezza in pianta mt. _____.
    L'impianto dovrà essere realizzato da personale specializzato che opera con sistema di qualità conforme alla UNI EN ISO 9001:2008 per la progettazione e produzione di vasche in cemento armato per il trattamento delle acque reflue e progettazione, fornitura ed installazione di impianti di fitodepurazione (settore EA: 16-28). L'Impianto di Fitodepurazione Orizzontale dovrà essere completo di: geomembrana in EPDM gomma sintetica altamente flessibile ed impermeabile, resistente ai raggi UV, peso specifico di 1.25 kg/mq e capacità di allungamento superiore al 300%. Pezzi speciali per collegamento a tenuta tubazione alimentazione/scarico bacino, protezione geomembrana inferiore e superiore realizzata in tessuto non tessuto geotessile di grammatura non inferiore a 300g/mq posato con adeguate sormonte.
    Sistema di drenaggio (ingresso/uscita) realizzato con tubazioni corrugate fessurate in polietilene neutro ad alta densità resistente all'ambiente chimicamente aggressivo, pozzetti d'ispezione in c.a.v.
    Sistema per lo scarico delle acque post-trattamento con possibilità di regolazione dei livelli all'interno del bacino.
    Fornitura e posa di essenze vegetali autoctone adeguate alla posizione/esposizione del bacino e disposizioni EDIL IMPIANTI 2 S.r.l. Montaggio con personale specializzato collaudo idraulico dell' impianto. L'impianto dovrà essere corredato di certificato di conformità, scheda tecnica, manuale di corretto uso e manutenzione.
    L'Impianto di fitodepurazione Orizzontale viene realizzato da EDIL IMPIANTI 2 S.r.l. che opera con sistema di qualità conforme UNI EN ISO 9001:2008 per la progettazione e produzione di vasche in cemento armato per il trattamento delle acque reflue e progettazione, fornitura ed installazione di impianti di fitodepurazione (settore EA: 16-28).

  • Gli impianti di Fitodepurazione vengono utilizzati per depurare le sorgenti di inquinamento puntiforme e diffuso incluse le acque meteoriche di dilavamento superficiale, i reflui domestici e i reflui di origine agricola e zootecnica.
    I sistemi di Fitodepurazione vengono utilizzati anche per depurare il percolato di discarica, i reflui industriali (cartiere, industrie tessili, industrie alimentari, e cantine vinicole).
  • D.Lgs. 11 maggio 1999, n.152, recante: "Disposizioni sulla tutela delle acque dall'inquinamento e recepimento della direttiva 91/271/CEE concernente il trattamento delle acque reflue urbane e della direttiva 91/676/CEE relativa alla protezione delle acque dall'inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole", a seguito delle disposizioni correttive ed integrative di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n.258.
    Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale, n.246 del 20 ottobre 2000.

    Giunta della Regione Emilia Romagna: Direttiva n.1053/2003 concernente indirizzi per l'applicazione del D.Lgs. 11 maggio 1999, n.152 come modificato dal D.Lgs. 18 agosto 2000, n.258 recante disposizioni in materia di tutela delle acque dall'inquinamento.

    D.L. 152/06 e delibera giunta regionale Emilia Romagna 1053/2003 Scarico di acque reflue domestiche non recapitanti nella pubblica fognatura, scarico in acque superficiali.

  • Impianti di Fitodepurazione per il trattamento delle acque reflue provenienti da:
    Edifici residenziali, scuole
    Case isolate, Borghi
    Ristoranti, alberghi, residence, campeggi, agriturismi
    stabilimenti balneari,caseifici, salumifici
    Centri sportivi
    Attività agricole, vinicole, zootecniche, frantoi
    Autolavaggi
    Finissaggi con zeolite
    Lagunaggio
    Maneggi, ippodromi, canili
    Rinaturalizzazione

    Gli impianti di Fitodepurazione come finissaggio finale 
Torna ai prodotti
Per ulteriori informazioni su Fitodepurazione clicca qui per richiedere un preventivo gratuito